AbbandoNato !

Azione internazionale contrroil vertice della NATO a Bruxelles (11-12 Luglio 2018)
10 luglio 2018 - Comitato Pace e Disarmo

In un pianeta sempre più a rischio, l’esigenza di mettere al primo posto il disarmo e l’azione per la pace è più che mai pressante e di vitale importanza. Con la escalation del militarismo, si avverte l’urgente bisogno di opporsi alle sue cause ed effetti, ma anche di far crescere un’alternativa popolare e nonviolenta che unisca l’opposizione alla guerra con le battaglie per la giustizia sociale e per un modello di sviluppo ecosostenibile, equo e pacifico.

Il prossimo Vertice della NATO (Bruxelles, 11-12 luglio), viceversa, intende ribadire la settantennale dipendenza dei Paesi membri dagli interessi geopolitici e strategici degli U.S.A., con l’aggravante della pressione statunitense sugli ‘alleati’ affinché assicurino il 2% del loro P.I.L. alle spese per la ‘difesa’ ed il 20% di tale bilancio agli investimenti  in sistemi d’arma, in modo da garantire nuovi affari al complesso militare-industriale. Bisogna opporre una crescente resistenza all’ondata militarista e guerrafondaia che sta investendo anche l’Italia, la cui importanza strategica per la NATO non sfugge a nessuno. Da decenni la militarizzazione del territorio e dei mari italiani è un fatto cui si presta troppo poca attenzione, accettando supinamente di cedere la propria sovranità, mettendo a rischio pace e sicurezza dei cittadini e tradendo l’art. 11 della Costituzione.

Non solo, infatti, l’Italia non ‘ripudia la guerra’ , ma – con tutti i gravi problemi che ha – sperpera 64 milioni di euro al giorno in spese militari, preparandosi a nuovi micidiali ‘investimenti’ ed occupando addirittura il 7° posto fra i ‘top ten’, i 10 maggiori esportatori mondiali di armi. Il nostro Paese, inoltre, non ha firmato il recente Trattato ONU sulla messa al bando delle armi nucleari  e molti porti italiani, fra cui Napoli, consentono il transito e l’attracco di pericolosi natanti militari a propulsione nucleare. Ecco perché dalla Città metropolitana di Napoli – dal dopoguerra sede del Comando NATO (JFCN) e della U.S. Navy per il Sud Europa e l’Africa – facciamo partire un appello alla mobilitazione popolare contro il Vertice NATO di Bruxelles.

Noi affermiamo l’opposizione all’Alleanza Atlantica ed alla sua strategia aggressiva, anche sul piano nucleare, e diciamo risolutamente NO a quasi 70 anni di occupazione militare della nostra penisola, ed in particolare delle regioni meridionali. Il M.I.R. (Movimento Internazionale della Riconciliazione, storico movimento nonviolento internazionale che ha di nuovo una sede a Napoli) ed il Comitato Pace e Disarmo della Campania (coordinamento antimilitarista e pacifista che dagli anni ’90 si batte contro la militarizzazione del territorio regionale) fanno dunque appello ai Cittadini/e di Napoli affinché aderiscano alla mobilitazione internazionale contro il Vertice di Bruxelles dell’11 e 12 luglio, lanciata dall’organizzazione belga ‘Agir pour la Paix’.

Dobbiamo opporci alla crescente militarizzazione dell’Europa, ad ogni politica comune per un ‘difesa europea’ ed alla spinta della NATO  verso un nuovo periodo di guerra fredda e di interventismo militare, che rischia di coinvolgere perfino i flussi migratori verso l’Europa dai paesi africani.

Non c’è sviluppo senza disarmo e senza una netta rottura con gli equilibri strategici che rendono da decenni l’Italia al tempo stesso suddita e complice dell’imperialismo militarista di cui la NATO è simbolo.

 

DICIAMO NO ALLA NATO  ED ALLA GUERRA E OPERIAMO PER COSTRUIRE LA PACE  DAL BASSO, CON  UN’ALTERNATIVA  ANTIMILITARISTA  E  NONVIOLENTA.

 

m.i.r. italia – sede di napoli  
www.facebook.com/napolimir
 

Comitato Pace, Disarmo e Smilitarizzazione del Territorio Campania
comitato@pacedisarmo.org  -
www.pacedisarmo.org

Questo sito utilizza esclusivamente cookies di tipo tecnico ovvero di sessione/profilazione non a scopi commerciali